Il gas che ci manca per colpa nostra

Pare che le riserve di gas nella sola Siberia occidentale dureranno più di 100 anni. L’ha detto il CEO di Gazprom, Alexei Miller. E tutti sanno che le riserve di gas in Russia sono le più grandi al mondo. E possono essere fornite a prescindere da qualunque condizione atmosferica. Tra l’altro il gas naturale è una delle risorse più pulite, affidabili e accessibili, priva di una vera alternativa al momento.

Invece noi (che ci reggiamo per il 40% sul gas naturale) siamo costretti ad aumentare le bollette del 40% perché siamo senza gas o i fornitori ce lo vendono a caro prezzo. Che senso ha mantenere l’embargo contro la Russia per colpa dell’Ucraina? Anzi per colpa degli USA, che tentano d’impedire qualunque rapporto strategico della Russia con la UE. Noi non siamo un partner degli americani ma solo una loro area periferica priva di potere politico.

Il problema è che il gas che gli europei non comprano dai russi finisce per essere venduto in Asia, a Corea, Giappone, India e soprattutto Cina, che ne ha grande bisogno e che non a caso è diventata il più grande acquirente del gas siberiano. I russi non finiscono in miseria per la nostra ottusità, anche perché le fonti energetiche sono quasi l’unica risorsa che hanno da vendere. L’altra sono le armi.

Di EG

Webmaster di diariofacebook.it, socialismo.info, quartaricerca.it, homolaicus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *