image_pdfimage_print

Fuga delle ragazze dall’Arabia Saudita

Rania al Baz, autrice dell’autobiografia, Sfigurata, è stata la prima saudita a usare i social network per denunciare la violenza domestica in Arabia Saudita, quasi 17 anni fa. Il 4 aprile 2004, suo marito, con ambizioni da cantante e disoccupato da tre anni, geloso del suo successo, le spaccò il viso sul pavimento di cucina… Continua a leggere Fuga delle ragazze dall’Arabia Saudita

La voce femminile in Iran

“La voce delle donne non dovrebbe essere sentita da uomini estranei”, aveva dichiarato l’ayatollah Khomeini dopo la Rivoluzione Islamica del 1979. La voce femminile veniva considerata troppo sensuale, quindi fonte di corruzione. L’ayatollah all’inizio, che tanto ricordava i preti cattolici tridentini, bandì del tutto la musica dalle radio e dalle televisioni iraniane, paragonandola all’oppio: “Instupidisce… Continua a leggere La voce femminile in Iran

La discriminazione di genere in Iran

Il governo iraniano del presidente Hassan Rouhani, di orientamento moderato, ha approvato un disegno di legge per punire la violenza contro le donne, ma la proposta deve ancora essere votata dal Parlamento, che è controllato dai conservatori e dagli ultraconservatori, molto più a destra rispetto ai moderati su temi legati a libertà e diritti. Dopodiché… Continua a leggere La discriminazione di genere in Iran

Cartoni animati vietati

Si sa che a Teheran vige una severa censura sulle opere d’intrattenimento importate nel Paese e sull’industria cinematografica in generale. Ad es., nei film i contatti fisici tra uomini e donne sono vietati, mentre la discussione di argomenti controversi è limitata, così come scene considerate immorali o contro il regime vengono spesso censurate. Alcune figure… Continua a leggere Cartoni animati vietati

La storia di Masih Alinejad

Per essersi sciolta i capelli e aver criticato il suo governo, Masih Alinejad, nata in Iran nel 1976, era stata condannata al carcere, ma riuscì a fuggire dal suo Paese nel 2009, senza più farvi ritorno. Masih è stata un’attivista che ha passato la vita a lottare per i diritti delle donne nel suo Paese,… Continua a leggere La storia di Masih Alinejad

Il controllo sociale in Cina

Le riforme avviate nel 1976 da Deng Xiaoping hanno dato vita alla Cina moderna. Un paese comunista può usare un’economia di mercato socialista, in gran parte capitalistica, per svilupparsi. Non è importante di che colore sia il gatto ma che mangi i topi. Questo trend è stato confermato sotto le presidenze di Jiang Zemin dal… Continua a leggere Il controllo sociale in Cina

Le banane nella Dominica

La Dominica è uno Stato insulare dei Caraibi con capitale Roseau, da non confondere con la Repubblica Dominicana. Ha circa 74.000 abitanti. È di origine vulcanica e soggetta a terremoti, ma, ciclicamente, il suo flagello sono gli uragani, che devastano tutte le produzioni agricole. A causa della resistenza dei nativi caribi, fu l’ultima isola caraibica… Continua a leggere Le banane nella Dominica

La repressione in Arabia Saudita

L’Arabia Saudita continua a essere una delle nazioni più repressive del mondo. Dalla campagna militare contro il gruppo ribelle Houthi nello Yemen, con attacchi aerei illegali che hanno colpito migliaia di civili, alla detenzione arbitraria di dissidenti, attivisti per i diritti umani e religiosi indipendenti, ai processi senza alcuna difesa e con l’uso di torture… Continua a leggere La repressione in Arabia Saudita

Il destino di Julien Assange

Come noto il governo USA ha richiesto insistentemente l’estradizione di Julian Assange, accusando il giornalista di cospirazione e spionaggio. Con queste accuse rischia una pena di 175 anni di carcere di massima sicurezza e perfino la pena capitale, in base all’Espionage Act, la legge che nel 1973 fu usata contro Daniel Ellsberg per la rivelazione… Continua a leggere Il destino di Julien Assange

Sfruttamento militare dei minori

Nel 2019 quasi 8.000 minori sono stati utilizzati in vari conflitti, per lo più in Africa. Lo sostiene il Segretario generale dell’ONU, che cita nel suo rapporto, tra i Paesi coinvolti, Afghanistan, Colombia, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana, Iraq, Mali, Sudan, Sud Sudan, Somalia, Siria, Yemen, Myanmar, Nigeria e Filippine. Bambini (anche di 6… Continua a leggere Sfruttamento militare dei minori

image_pdfimage_print
Translate »
by intopic