image_pdfimage_print

Ancora sul conflitto ucraino

Forse in gioco non c’è tanto l’autonomia del Donbass quanto piuttosto la ricchezza naturale dell’Ucraina. Infatti, sebbene rappresenti solo lo 0,4% della superficie terrestre (è circa il doppio dell’Italia), l’Ucraina possiede circa il 5% delle risorse minerarie mondiali: sono stimati oltre 20.000 depositi di 194 diversi minerali. Il carbone è il combustibile fossile più importante… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Zelensky ormai è alla frutta. Non sa più cosa inventarsi. La Turchia ha smentito le sue parole sulla chiusura degli Stretti. E Palazzo Chigi le sue parole relative alla decisione italiana di disconnettere la Russia dal sistema Swift. Anzi, ha fatto male a distribuire in maniera massiccia e incontrollata armi leggere automatiche, lanciagranate e munizioni… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

La nostra Marina Militare, conformemente alla volontà della NATO, è in procinto d’installare un radar a Favignana nelle isole Egadi, più potente di quello di punta Sottile. Si basa sulla strategia di militarizzazione ulteriore del Mediterraneo, in totale dispregio della vocazione naturalistica e turistico-ambientale dell’arcipelago. La comunità locale è preoccupata per l’impatto sulla salute e… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Christel Nehan, giornalista francese che lavora nel Donbass, ha detto a RIA Novosti che i canali europei non prendono materiale sui crimini delle truppe ucraine, preferendo tacere sull’uccisione di civili nel Donbass. Questo naturalmente vale anche per i nostri media. In Ucraina il 50% dell’approvvigionamento energetico nazionale dipende da 15 reattori nucleari attivi. I russi… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Il premier australiano Scott Morrison ha detto che “è assolutamente inaccettabile che la Russia possa invadere il suo vicino… Il governo australiano inizierà immediatamente a imporre sanzioni…”. Ecco un altro politico che non studia la storia. Nel XVIII sec. gli inglesi hanno portato via tutto il territorio agli aborigeni australiani, secondo il principio detto terra… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

La von der Leyen è più realista del re. Ha decisamente criticato le posizioni dei governi europei ancora titubanti contro la Russia. Tra i quali Germania e Italia, che, assieme ad altri otto Paesi, avevano dichiarato la loro opposizione a sanzioni contro Mosca che includessero il settore energetico. Qualcuno dica a questa povera donna che… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Il governo polacco è alla frutta

Nelle ultime settimane diversi analisti hanno pronosticato un rapido declino della maggioranza di governo polacca. Motivo? Non rispetta le regole europee; non ama lo Stato di diritto (infatti ha istituito un organismo di controllo politico sull’attività dei magistrati); usa in maniera impropria i fondi europei, avvantaggiando gli organi di potere; gestisce in maniera vergognosa la… Continua a leggere Il governo polacco è alla frutta

Situazione esplosiva in Ucraina

Le autorità ucraine non hanno alcuna intenzione di rispettare il punto degli accordi di Minsk che prevede il riconoscimento di autonomie alle regioni del Donbass. Hanno paura che simili intenzioni affiorino anche in altre regioni. Non sono disposte ad ammettere uno Stato federale. Non accetteranno mai quel che fece l’Italia con l’Alto Adige. Tanto meno… Continua a leggere Situazione esplosiva in Ucraina

Anche Polonia e Ungheria devono rispettare lo Stato di diritto

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha respinto il ricorso che Ungheria e Polonia avevano presentato contro il nuovo meccanismo che condiziona l’erogazione dei fondi europei al rispetto dello Stato di diritto. Ungheria e Polonia sono due Stati a guida semi-autoritaria che da anni si oppongono a controlli più stringenti sui fondi europei, che ricevono… Continua a leggere Anche Polonia e Ungheria devono rispettare lo Stato di diritto

Quali soluzioni al problema ucraino?

Perché USA e UE non chiedono di mettere i Caschi blu dell’ONU a proteggere il Donbass? Li voleva l’ex presidente ucraino Poroshenko, e anche Putin, a un certo punto, si era deciso a sostenere la proposta. Se ne è parlato fino al 2017, poi più nulla. Perché la UE non sponsorizza l’idea di uno Stato… Continua a leggere Quali soluzioni al problema ucraino?

image_pdfimage_print
Translate »
by intopic