image_pdfimage_print

Ancora sul conflitto ucraino

Codacons all’arrembaggio Il Codacons (associazione dei consumatori) ha deciso di fare ricorso a TAR contro il governo che fornisce all’Ucraina armi offensive, in quanto queste implicano una partecipazione italiana al conflitto in corso, sono in pieno contrasto con la volontà degli italiani e violano gli articoli 11 e 78 della Costituzione. A ciò si potrebbe… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Che succede in Transnistria? In un suo lungo art. Evgeny Norin afferma che l’attuale guerra in Ucraina è stata preceduta dalla guerra in Transnistria nel 1992, una regione non riconosciuta dalla Moldavia (o Moldova). Si tratta di un’area che si estende in direzione nord-sud lungo il fiume Dniester, al confine tra Ucraina e Moldavia, lunga… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

In dirittura d’arrivo? All’Ucraina sono rimasti circa 60.000 dei 200.000 soldati regolari che aveva. Più alcune frange esplicitamente neonaziste. La Russia attualmente controlla circa il 25% del suo territorio. Ogni giorno sempre più soldati ucraini si arrendono, anche se devono fare attenzione perché rischiano d’essere uccisi dai loro stessi compagni. Si fa sentire anche la… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Quindi è giusto usare i civili come scudi umani? Il saputello Mentana ha detto al Tg-speciale di LA7: La richiesta dei russi di far uscire i civili dall’acciaieria di Azovstal è irricevibile, in quanto il battaglione Azov sa che se lo facesse non avrebbe scampo. Quindi Mentana ha giustificato l’uso dei civili come scudo umano.… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Inutile libertà d’informazione Ho l’impressione che la tanto decantata libertà d’informazione non serva a capire la verità delle cose ma solo a propagandare idee precostituite. I media del mainstream, siano essi pubblici o privati, veicolano gli interessi dei poteri forti, che in occidente sono di tipo borghese o capitalistico. Tant’è che l’informazione prevalente su tutto… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Lo sfruttamento della religione Abbastanza surreale, se non grottesco, vedere ieri, per la Pasqua, un filonazista come Zelensky pronunciare un discorso altamente religioso come se fosse un profeta dell’Antico Testamento. Meglio Putin, che si è limitato a seguire la liturgia, come potrebbe fare un qualunque credente di un rito tradizionale della Chiesa ortodossa. Zelensky è… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Riconoscimento facciale L’Ucraina utilizza, come strumento di guerra psicologica, un software di riconoscimento facciale per identificare i russi uccisi e inviare le foto dei loro cadaveri alle rispettive famiglie. L’esercito informatico ucraino avrebbe già eseguito oltre 8.600 ricerche di riconoscimento facciale su soldati russi morti o catturati nei 50 giorni dall’inizio del conflitto, collegandoli ai… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Dall’Ucraina il terrorismo in Europa Si teme un ritorno al terrore nel continente europeo. Infatti negli ultimi anni in Ucraina si sono riversate, e con questa guerra aumenteranno, migliaia di tonnellate di armi, che potrebbero finire in mano a eserciti irregolari, milizie mercenarie, trafficanti di armi. Se il governo di Kiev dovesse perdere il controllo… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Povera Svezia e povera Finlandia Il bambino Di Maio, non rendendosi conto del ruolo che ricopre, ha dichiarato d’essere favorevole all’ingresso di Finlandia e Svezia nella NATO. Questo perché, secondo lui, “chi vuole entrare nella NATO è perché non si sente al sicuro e ha i carri armati russi al confine. La NATO è un’Alleanza… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Ci stiamo facendo una cultura: la Bessarabia C’è un art. molto interessante della rivista “Internazionale” dedicato alla Bessarabia. Dove si trova questa regione? Sostanzialmente coincide con l’attuale Moldavia (o in rumeno Moldova) e la Transnistria, più una parte meridionale chiamata Budjak, nel territorio ucraino. La regione fu conquista dai russi agli inizi dell’800 nella loro… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

image_pdfimage_print
Translate »
by intopic