Il Disegno di legge Zan è giusto

Stiamo a discutere del Disegno di legge Zan perché siamo un Paese arretrato rispetto al contesto europeo. Alla Camera è già stato approvato, e ora viene discusso in quell’obbrobrio di Senato che, per come è configurato, non dovrebbe neppure esistere.

Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender e Queer semplicemente vanno tutelati perché sono esseri umani. Tuteliamo gli assassini, i mafiosi, i bancarottieri, i corrotti di ogni risma, che mandano in rovina il Paese e, come minimo, la vita degli altri, e non dobbiamo farlo con gente che non fa male a nessuno?

La Lega di Salvini è un partito che in un Paese democratico, basato su un’etica umanistica, non dovrebbe neppure esistere, poiché esprime il peggio degli italiani, i pregiudizi più assurdi, l’ignoranza più atavica. E la destra della Meloni non è molto diversa.

Il Disegno di Legge semplicemente rafforza quanto già stabilito dalla cosiddetta “Legge Mancino” (n. 205/1993), cioè al divieto di discriminazione per motivi razziali, etnici o religiosi, è giusto aggiungere quelli “fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”. Sì, perché non c’è solo da contrastare l’omofobia e l’omotransfobia, ma anche il sessismo, la misoginia, il bullismo e l’abilismo (compiere azioni difficilissime), in quanto ad essere colpiti maggiormente da violenza, emarginazione e discriminazione sul lavoro sono le donne e le persone con disabilità.

Avatar

Di EG

Webmaster di diariofacebook.it, socialismo.info, quartaricerca.it, homolaicus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *