Ultime news dal Medio Oriente

La Cina si sta avvicinando sempre più al Medio Oriente. Sta rifornendo la Siria di un proprio sistema antiaereo (HQ-9), e sta facendo la stessa cosa, con un altro sistema (HJ-12), a Gaza.
Pechino ha già firmato un patto strategico di 25 anni con l’Iran, il quale, come noto, assicura pieno appoggio a Siria, Hezbollah, gli Houthy dello Yemen e le organizzazioni della resistenza palestinese.
In cambio i cinesi chiedono petrolio, poiché ne hanno un bisogno enorme. E chiedono alleanze in funzione anti- americana. Insomma stanno abbandonando la loro tradizionale posizione di neutralità.
Intanto per fortuna è finita l’era del guerrafondaio Netanyahu. Il nuovo esecutivo di Yair Lapid vedrà per la prima volta nella coalizione un piccolo partito arabo-israeliano (Lista araba unita), guidato da Mansour Abbas, che dovrebbe ottenere l’incarico di viceministro degli Interni. Il nuovo governo sarà composto da 8 forze politiche.
Tuttavia Naftali Bennett, leader del piccolo partito religioso Yamina, ex leader dei coloni, che un tempo condivideva molte delle opinioni intransigenti di Netanyahu, fino a diventare suo ministro della Difesa, dovrebbe fare il premier solo per due anni, prima di cedere le redini a Lapid per altri due. Il solito compromesso di un Paese compromesso fino al collo con le sue manie di potenza regionale. Quindi sarà un governo debole. Naturalmente i fedelissimi di Netanyahu, sotto processo per corruzione, considerano un golpe il cambio al vertice.
La Lista araba unita ha ottenuto 4 seggi alle ultime elezioni israeliane. Dal 1996 ad oggi non ha mai ottenuto più di 5 seggi sui 120 totali. Abbas aveva già dichiarato d’essere disposto a lavorare coi partiti sionisti al fine di garantire fondi e riforme a favore degli arabo-israeliani. Ma non ha appoggiato gli Accordi di Abramo, perché prima pretende un trattato di pace coi palestinesi.

Di EG

Webmaster di diariofacebook.it, socialismo.info, quartaricerca.it, homolaicus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *