La seconda conquista dello spazio cosmico

È in atto una seconda “Corsa allo Spazio”, dopo quella storica che vide confrontarsi USA e URSS in piena guerra fredda.

Ora in scena è entrata la Cina, che ha promesso una base lunare entro il 2030. E persino alcuni eccentrici privati danarosi, come Bezos, Musk e Branson, che pensano di mettere in piedi una nuova agenzia turistica per i multimilionari (e sono già 75mila) che potrebbero permettersi un viaggio supercostoso di questo tipo.

Ai tempi di Trump era parso molto chiaro che lo Spazio non può essere inteso come un bene comune ma come un territorio da colonizzare: i primi che ci arrivano prendono tutto. Gli occidentali possono anche collaborare alla battuta di caccia, ma devono sapere che chi deciderà come spartirsi la preda saranno solo gli USA. I quali infatti non hanno alcun interesse a rispettare i trattati internazionali sull’uso dello Spazio (p.es. l’Outer Space Treaty del 1967 o quello sulla Luna del 1979). Non è tanto un problema di sfruttamento di risorse materiali (per ora molto remoto), quanto piuttosto di strategia geopolitica a fini spionistici, telecomunicativi e militari. Al momento i satelliti in orbita son già 5.000.

Chi sta più in alto domina sul piano tecnologico chi sta più in basso. Pur di accaparrarsi i piani alti ci si può anche permettere d’inventarsi un’invasione di alieni, nei cui confronti solo chi dispone di armi adeguate sarà in grado di proteggere l’intera umanità.

Sul piano economico infatti non sono molti i luoghi spaziali con risorse estraibili interessanti, e quelli che le possiedono sono di dimensioni contenute. Ha più senso mettersi a sfruttare i poli artici e antartici del pianeta, sempre più soggetti a scioglimento, o i fondali marini degli oceani.

Insomma il capitale non ha pace. Da qualche parte le risorse ottenute sfruttando il lavoro altrui deve metterle. Anche a costo di affidarsi ai sogni più assurdi. Vengono qui in mente le mega costruzioni dei Romani, che quando furono viste dai barbari, questi dissero: “Ma a che serve tutta ‘sta roba?”.

Di EG

Webmaster di diariofacebook.it, socialismo.info, quartaricerca.it, homolaicus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *