image_pdfimage_print

Ancora sul conflitto ucraino

L’accusa strumentale di genocidio Il primo a parlare di genocidio in Ucraina è stato il presidente Zelensky. Ora anche Biden e Trudeau accusano Mosca di aver commesso un genocidio. Putin, da parte sua, ha parlato di genocidio nel Donbass contro la popolazione di origine russa. Macron ha preso le distanze dalle parole di Biden, chiedendo… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Origini ebraiche di Hitler? Scrive il “Fatto quotidiano”: Lunga intervista del ministro degli Esteri russo Lavrov a “Zona Bianca” su Rete4, col conduttore che solo in parte è riuscito a ribattere alle dichiarazioni, in alcuni casi palesemente false come la negazione dei crimini di Bucha. Meraviglia che anche questo giornale non si sia convinto della… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Dove finiscono tutte le armi inviate in Ucraina? Molti Paesi hanno fornito all’Ucraina una sostanziosa parte dei propri armamenti e temono di restare sguarniti. La Grecia l’ha detto chiaramente: “Se continuiamo a mandare armi all’Ucraina indeboliremo le capacità di difesa del Paese”. Anche la Corea del Sud si è rifiutata. Persino negli Stati Uniti si… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Codacons all’arrembaggio Il Codacons (associazione dei consumatori) ha deciso di fare ricorso a TAR contro il governo che fornisce all’Ucraina armi offensive, in quanto queste implicano una partecipazione italiana al conflitto in corso, sono in pieno contrasto con la volontà degli italiani e violano gli articoli 11 e 78 della Costituzione. A ciò si potrebbe… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Ancora sul conflitto ucraino

Che succede in Transnistria? In un suo lungo art. Evgeny Norin afferma che l’attuale guerra in Ucraina è stata preceduta dalla guerra in Transnistria nel 1992, una regione non riconosciuta dalla Moldavia (o Moldova). Si tratta di un’area che si estende in direzione nord-sud lungo il fiume Dniester, al confine tra Ucraina e Moldavia, lunga… Continua a leggere Ancora sul conflitto ucraino

Il dottor Sottile è ideologico quanto mai

Sinceramente parlando penso che il dottor Sottile non abbia capito niente dei due quesiti referendari su eutanasia e cannabis e sarebbe meglio che si dimettesse da presidente della Corte costituzionale. Non ha capito la differenza tra droghe pesanti e droghe leggere, né quella tra uso personale e spaccio. Non ha capito che le droghe vanno… Continua a leggere Il dottor Sottile è ideologico quanto mai

Respinto il referendum sull’eutanasia dalla Corte costituzionale

La Corte Costituzionale ha respinto il referendum per la legalizzazione dell’eutanasia promosso dall’Associazione Coscioni, che aveva raccolto 1.240.000 firme. Motivo? Non c’è la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili. Evidentemente è un pretesto (condizionato dalla cultura cattolica e dalla destra che la sostiene), poiché la tutela… Continua a leggere Respinto il referendum sull’eutanasia dalla Corte costituzionale

Le dimissioni di Schönbach e la pericolosità della NATO

Sono passate quasi ignorate le recenti dimissioni di Kay-Achim Schönbach, capo della Marina tedesca. Aveva semplicemente detto, in un think tank a Nuova Delhi, che Putin merita rispetto, proprio perché governa un Paese importante, che potrebbe essere un alleato contro lo strapotere economico della Cina. Poi aveva aggiunto che la Crimea va considerata persa per… Continua a leggere Le dimissioni di Schönbach e la pericolosità della NATO

Le lentezze del parlamento nel legiferare

Camera e Senato hanno approvato la proposta di legge che prevede l’inserimento nella Costituzione della tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi. In poche parole l’iniziativa economica privata non potrà svolgersi in modo tale da recare danno alla salute e all’ambiente. In parlamento hanno esultato per questa conquista teorica. In realtà è dalla fine degli… Continua a leggere Le lentezze del parlamento nel legiferare

Che cos’è la Lista Falciani?

La Lista Falciani (detta impropriamente Lista Lagarde) è un foglio di calcolo contenente circa 130.000 potenziali evasori fiscali (24.000 solo nella UE) con conti non dichiarati presso la filiale di Ginevra della banca inglese HSBC. Si parla di un totale di 180 miliardi di euro nascosti. Oltre le 100.000 personalità risultano coinvolte anche 20.000 società.… Continua a leggere Che cos’è la Lista Falciani?

image_pdfimage_print
Translate »
by intopic