image_pdfimage_print

La parità di genere in Italia è un mito

A proposito di quanto è successo alla giornalista sportiva di Toscana Tv, Greta Beccaglia, mentre era in diretta (un tifoso le ha messo una mano nel sedere), l’Ordine dei Giornalisti della Toscana ha criticato il conduttore in studio, Giorgio Micheletti, perché, invece di condannare il gesto e il molestatore, ha invitato la collega a non… Continua a leggere La parità di genere in Italia è un mito

Basta dire che si è ucciso per legittima difesa per dire che giustizia è fatta?

La sentenza che ha assolto Alex Pompa dall’omicidio del padre Giuseppe di 52 anni, da tempo molto violento con la moglie e psicopatico (ossessionato dalla gelosia), non mi convince molto. “Il fatto non costituisce reato”, han sentenziato i giudici. Per 20 anni l’aveva umiliata, derisa e svilita. Cioè in pratica il figlio (che nell’aprile 2020… Continua a leggere Basta dire che si è ucciso per legittima difesa per dire che giustizia è fatta?

Duri a morire i pregiudizi maschilisti

Lo storico Alessandro Barbero su “La Stampa” avrebbe detto frasi sessiste piuttosto imbarazzanti: “Vale la pena chiedersi se non ci siano differenze strutturali fra uomo e donna che rendono a quest’ultima più difficile avere successo in certi campi”. E anche: “È possibile che, in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di… Continua a leggere Duri a morire i pregiudizi maschilisti

La Lega di Salvini contro la Disney

L’Agcom ha comminato alla Walt Disney una multa di 62.500 euro per la messa in onda il 12 marzo su Fox di una puntata (peraltro vecchia di anni) della serie “I Griffin”. L’accusa si fonda sul reato – ancora esistente nel nostro ordinamento giuridico – di “offesa al sentimento religioso”, poiché avrebbe ironizzato sull’immacolata concezione… Continua a leggere La Lega di Salvini contro la Disney

A che punto è lo ius soli in Italia?

In Italia si parla spesso di ius soli, senza che siano stati mai fatti passi concreti per farlo diventare legge. La questione è tornata a essere dibattuta perché alle Olimpiadi di Tokyo hanno partecipato diversi atleti italiani nati in Italia da genitori stranieri, e che hanno ottenuto la cittadinanza italiana solo dopo averne fatto richiesta… Continua a leggere A che punto è lo ius soli in Italia?

Sesso e amore nelle carceri italiane

L’Italia non ammette che le persone detenute possano avere incontri intimi consensuali con chi desiderano. Solo lo scorso settembre alla Commissione Giustizia del Senato è stato assegnato un disegno di legge (n. 1876) che prevede il diritto a una visita prolungata al mese, in apposite unità abitative, senza controlli audio o video. Si è cominciato… Continua a leggere Sesso e amore nelle carceri italiane

Palamara radiato dalla magistratura

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di Luca Palamara contro la sentenza dell’ottobre 2020 con cui la sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura lo aveva radiato dalla magistratura per aver cercato d’influenzare la nomina del procuratore di Roma per interessi personali, per aver screditato il procuratore aggiunto Paolo Ielo, per aver ricevuto… Continua a leggere Palamara radiato dalla magistratura

I quartieri urbani più pericolosi d’Italia

Nella classifica stilata come ogni anno dal “Sole 24 Ore”, sui dati forniti dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, che valuta l’indice di criminalità delle città in Italia, per il 2020 si è confermata Milano al primo posto. A seguire Firenze Rimini Bologna Torino Roma Prato Imperia Livorno Modena… Ma esiste anche una… Continua a leggere I quartieri urbani più pericolosi d’Italia

La situazione delle carceri italiane

L’associazione Antigone, che si occupa di tutelare i diritti delle persone che si trovano in carcere, ha presentato il suo rapporto di metà anno sulle condizioni di detenzione in Italia. Al 30 giugno 2021 risulta che nelle nostre carceri ci siano 53.637 detenuti su 47 mila posti disponibili: il tasso di affollamento supera il 113%… Continua a leggere La situazione delle carceri italiane

Riforma Cartabia, un bel matrimonio coi fichi secchi

Non è curioso che una come Marta Cartabia, che sicuramente non è l’ultima arrivata in merito di giurisprudenza, essendo stata Presidente della Corte costituzionale, pensi che la giustizia possa migliorare solo perché si deve pretendere che i tempi per garantirla siano accelerati? Questo, a dir poco, è un atteggiamento idealistico, utopistico, se non addirittura irresponsabile,… Continua a leggere Riforma Cartabia, un bel matrimonio coi fichi secchi

image_pdfimage_print