image_pdfimage_print

Che succede in Mozambico?

Che succede in Mozambico? Da una settimana nella città di Palma va avanti un attacco terroristico in cui sono già state uccise decine di persone, con decapitazioni di massa. Palma ha circa 75.000 abitanti: si trova a nord, sulla costa, nella provincia di Cabo Delgado, dove nel nel 2010 sono state scoperte grandi riserve di… Continua a leggere Che succede in Mozambico?

Il Sudamerica in mano ai cinesi

Il primo Paese sudamericano ad aderire al progetto cinese detto “La Via della Seta”, è stato Panama, seguito, subito dopo, da Uruguay, Ecuador, Venezuela, Cile, Bolivia, Costa Rica, Cuba, Guyana, Suriname e, ultimo arrivato, il Perù, intenzionato a creare una ferrovia transoceanica di 3.500 km, dal costo di 30 miliardi di dollari, per collegare Oceano… Continua a leggere Il Sudamerica in mano ai cinesi

La questione irrisolta delle Alture del Golan

Israele detesta la Siria perché dovrebbe restituirle le Alture del Golan, ma non ha nessuna intenzione di farlo, anche se nessun Paese al mondo le riconosce come territorio israeliano. Per questo, di tanto in tanto, la bombarda, approfittando del fatto che in quel Paese esiste una guerra decennale che l’ha devastato, al punto che l’esercito… Continua a leggere La questione irrisolta delle Alture del Golan

La guerra per procura in Siria

Impressionante analisi di Markus Gelau su “L’Antidiplomatico” del 16 marzo relativa alle menzogne su cui si è retta la decennale guerra in Siria. Esattamente 10 anni fa, nel marzo 2011, è iniziato il progetto geopolitico delle élite occidentali – col sostegno e il finanziamento dei sauditi e dei qatarini – per eliminare il legittimo governo… Continua a leggere La guerra per procura in Siria

Gli USA stanno affamando il Venezuela

Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti al Venezuela, avallate a più riprese dall’Unione Europea, rendono impossibile ogni transazione internazionale, cioè non solo il commercio petrolifero del Paese, ma anche l’acquisto di alimenti e medicine. Per affamarlo gli USA stanno usando qualunque mezzo, dal blocco delle navi al ricatto di imprese e istituzioni e autorità portuali.… Continua a leggere Gli USA stanno affamando il Venezuela

La povertà nell’Unione Europea

OpenPolis ha fatto una ricerca sulla povertà nella UE. Ecco i risultati. Uno degli obiettivi per il 2019 era la riduzione del 25% degli europei a rischio povertà ed esclusione sociale, cioè 20 milioni in meno. Questo considerando che nel 2019 si trovavano a rischio di povertà ed esclusione sociale oltre 107 milioni su persone:… Continua a leggere La povertà nell’Unione Europea

Il colonialismo del gruppo Bolloré

Il Gruppo Bolloré, guidato da Vincent Bolloré, effettua la maggior parte dei suoi investimenti in Africa. È il leader nel trasporto e nella logistica nel continente. Piantagioni, concessioni ferroviarie, logistica e gestione di porti: dal Camerun alla Costa d’Avorio, dal Togo al Burkina-Faso, dal Ghana alla Nigeria. Sono questi i suoi interessi e le nazioni… Continua a leggere Il colonialismo del gruppo Bolloré

L’insopportabile dittatura in Togo

A quanto pare un’intera famiglia di dittatori e faccendieri (i Gnassingbé), che governa nel piccolo Togo a partire dal colpo di stato militare del gennaio 1963, ha il primato mondiale della longevità autoritaria. Il golpe fu fatto da uno sparuto gruppo di veterani dell’esercito francese: poco più di 600 uomini, bene armati e appoggiati politicamente… Continua a leggere L’insopportabile dittatura in Togo

Le minoranze linguistiche negli USA

Negli anni ’80 solo il 6,5% della popolazione nordamericana era di origine ispanica. Oggi i latinos sono 60,57 milioni, e rappresentano circa il 19% della popolazione. Se considerati come un unico gruppo etnico, gli ispanici costituiscono la minoranza più numerosa negli USA. Vi sono più ispanofoni qui che in Spagna (47 milioni) o in Colombia… Continua a leggere Le minoranze linguistiche negli USA

La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

A 10 anni dalle cosiddette “Primavere Arabe”, il modello della “Politica europea di vicinato” (basato sul principio “più progressi verso la democrazia, più aiuti economici”) sembra essere andato perduto. Forse per colpa della pandemia, che assorbe ogni attenzione mediatica, la UE, come tale, non come singoli Stati, non s’interessa più del Medio Oriente. E forse… Continua a leggere La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

image_pdfimage_print