image_pdfimage_print

Il potere delle multinazionali farmaceutiche negli USA

Un recente art. abbastanza agghiacciante del sito swissinfo.ch spiega bene il comportamento delle multinazionali farmaceutiche svizzere negli Stati Uniti. Si tratta della Roche e della Novartis, che solo durante il primo trimestre del 2021 han speso rispettivamente 3,13 milioni e 2,17 milioni di dollari in lobbying a Washington. Semplicemente per impedire la discussione in Congresso… Continua a leggere Il potere delle multinazionali farmaceutiche negli USA

Le assurdità della sharia

Ha fatto bene Mattarella a sentirsi sconcertato per le profusioni di solidarietà nei confronti del popolo afghano, cui non corrisponde, da parte di taluni Stati europei, la disponibilità ad ospitare i profughi. Sconcertante è anche vedere che nessun Paese islamico condanna il comportamento dei talebani. L’islam ormai è diventato una religione da usarsi solo in… Continua a leggere Le assurdità della sharia

Il nostro Paese nel rapporto Doing Business del 2020

Elaborato per la prima volta nel 2003, il rapporto “Doing Business” presentato annualmente dalla Banca Mondiale, in collaborazione con l’International Finance Corporation, è diventato un vademecum per gli investitori internazionali. Le domande che si pone sono: dov’è più facile mettere in piedi un’impresa e fare affari, restando ovviamente nella legalità, ove cioè son chiari i… Continua a leggere Il nostro Paese nel rapporto Doing Business del 2020

Il fascismo dell’estremismo islamico

Mehdi Hasan, un conduttore della tv americana MSNBC, ha così twittato: “Abbiamo invaso l’Afghanistan per combattere un gruppo terroristico, Al Qaeda, che ci aveva attaccato. Ora che ce ne andiamo, siamo attaccati da un altro gruppo terroristico, l’IS (Stato Islamico), che è peggio di Al Qaeda e che non esisteva quando abbiamo invaso il Paese.… Continua a leggere Il fascismo dell’estremismo islamico

Il neofascismo in Texas

Sempre più fascista il Texas. Gli Stati federali a favore dei repubblicani vogliono ridurre il diritto di voto alle minoranze razziali, ai poveri e agli elettori più anziani, di regola favorevoli ai democratici. Non vogliono che si ripeta alle prossime elezioni la storica affluenza del 2020. Nel parlamento texano i democratici cercano di boicottare il… Continua a leggere Il neofascismo in Texas

Prossima tragedia: la Somalia

Ci siamo meravigliati del repentino crollo dell’occidente in Afghanistan, ma presto avremo a che fare anche con la Somalia, dove da 14 anni la Missione dell’Unione africana in Somalia (Amisom), cioè le truppe provenienti da Uganda, Burundi, Gibuti, Kenya ed Etiopia, mandate là per combattere il gruppo terrorista Al-Shabaab (affiliato ad Al Qaeda), non riescono… Continua a leggere Prossima tragedia: la Somalia

I talebani sono un prodotto indiretto della politica americana

Nel periodo dal 2009 al 2019 sono stati uccisi almeno 35.518 civili afghani e ne sono stati feriti 66.546. Questo significa oltre 3.000 morti innocenti all’anno: è come se dal gennaio del 2009 al dicembre del 2019 in Afghanistan ci sia stato ogni anno un 11 settembre. In uno dei Paesi più poveri del mondo,… Continua a leggere I talebani sono un prodotto indiretto della politica americana

Le bugie talebane han le gambe corte

In una conferenza stampa il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha detto: “Abbiamo chiesto agli americani di non incoraggiare gli afghani ad andarsene. Abbiamo bisogno delle loro competenze”. Mente. Gli stessi americani han già detto che non porteranno via se non loro stessi e i loro collaboratori più stretti. Inoltre i talebani considerano traditori tutti… Continua a leggere Le bugie talebane han le gambe corte

I talebani hanno imparato a mentire

Dopo quattro esplosioni che hanno fatto almeno 90 morti, tra cui anche diversi bambini, e oltre 158 feriti, per non parlare della morte di 13 militari americani, oltre a 15 feriti, Biden si dovrebbe dimettere e la UE dovrebbe uscire dalla NATO, perché qui si ha a che fare con un branco di incapaci e… Continua a leggere I talebani hanno imparato a mentire

Afghanistan: perché un crollo così repentino?

Il democratico Jake Auchincloss, un veterano dei marines che guidava le ricognizioni in Afghanistan, ha detto: “I taliban stanno ereditando un Paese diverso da quello che hanno lasciato vent’anni fa. Il tasso di alfabetizzazione è raddoppiato, la mortalità infantile si è dimezzata, l’accesso all’elettricità è triplicato o quadruplicato, il numero dei ragazzi iscritti a scuola… Continua a leggere Afghanistan: perché un crollo così repentino?

image_pdfimage_print