Le bugie talebane han le gambe corte

In una conferenza stampa il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha detto: “Abbiamo chiesto agli americani di non incoraggiare gli afghani ad andarsene. Abbiamo bisogno delle loro competenze”.

Mente. Gli stessi americani han già detto che non porteranno via se non loro stessi e i loro collaboratori più stretti. Inoltre i talebani considerano traditori tutti gli afghani che vogliono partire e dopo il 31 agosto non li risparmieranno solo perché rappresentano l’intellighenzia del Paese, gli elementi più acculturati, anzi, questo sarà un motivo in più per farli fuori.

Ha poi dichiarato: “La strada verso l’aeroporto è stata chiusa. Gli afghani non possono più andare lì, possono farlo gli stranieri. Abbiamo impedito ai cittadini afghani di recarsi lì perché c’è pericolo di perdere la vita a causa della calca, e gli americani quando c’è la calca sparano, e la gente muore. Noi vogliamo che gli afghani siano al sicuro da questo”.

Mente di nuovo. Obbligano gli afghani a star chiusi in casa non con l’intento di tutelare la loro vita, ma perché non vogliono far vedere che di loro gli afghani urbanizzati e acculturati non si fidano. Vogliono far vedere d’essere loro e non gli americani i garanti della pace, ma stanno preparando il terreno al terrore su vasta scala e legittimato dalla sharia, che in questo momento non possono esercitare come vorrebbero perché sono sotto i riflettori del mondo. Vogliono far partire solo gli occidentali, così quando cominceranno a eliminare gli afghani giudicati traditori, non ci saranno gli stranieri a guardarli.

Ciò che poi ha detto sulle donne è terribile, anche se voleva apparire rassicurante: “Le forze di sicurezza al momento non sono operative e non sono addestrate nell’affrontare la donna, nel parlare con le donne e in questo momento dobbiamo obbligare le donne a restare in casa e a non lavorare finché non ci sarà una piena sicurezza per loro”.

Cioè ha ammesso che i talebani sono profondamente maschilisti, per cui le donne, se non vogliono avere conseguenze spiacevoli su di loro, è meglio che non si facciano vedere in giro e tanto meno sul lavoro. Per la donna la sicurezza sta solo nell’obbedire a direttive imposte dall’uomo.

Di EG

Webmaster di diariofacebook.it, socialismo.info, quartaricerca.it, homolaicus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
by intopic