image_pdfimage_print

L’Africa e i Pandora Papers

Nei “Pandora Papers” (quelli relativi ai paradisi fiscali off-shore) del Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi figurano anche una cinquantina di leader politici e funzionari pubblici che appartengono a 18 Paesi africani. Il peggiore di tutti è la Nigeria (11 soggetti), poi Angola (9) e Costa d’Avorio (5). Uno pensa: l’Africa l’abbiamo colonizzata per mezzo millennio,… Continua a leggere L’Africa e i Pandora Papers

La pirateria in Africa è più forte che mai

Fino al 2011 il principale teatro della pirateria marittima è stato il Golfo di Aden (soprattutto nella zona vicina alle coste somale), con l’apice di casi raggiunto proprio in quell’anno: ben 276 attacchi. La neutralizzazione del fenomeno è avvenuta grazie alle missioni antipirateria della NATO e della UE con la Somalia. Dal 2012 l’attenzione verso… Continua a leggere La pirateria in Africa è più forte che mai

Restituire il maltolto all’Africa è già qualcosa

Il 27 ottobre il Museo del Quai Branly, a Parigi, ha restituito al Benin 26 sculture del regno di Abomey, frutto di una conquista militare francese nel XIX sec., nonché una parte essenziale del patrimonio storico di cui il Paese è stato privato per 130 anni. Il suo re, Behanzin, finì in un esilio permanente.… Continua a leggere Restituire il maltolto all’Africa è già qualcosa

L’Africa alla deriva

Son capitato casualmente sul sito vaticannews.va, sempre alla ricerca di notizie interessanti, e ho trovato un’intervista del 25 maggio scorso, concessa dal comboniano Giulio Albanese, editorialista dell’“Osservatore Romano”, esperto africanista, che merita d’essere riassunta. Anzitutto ha detto che il passaggio dall’Organizzazione dell’Unità Africana, nata nel 1963, all’Unione Africana, nata nel 2009, ha comportato il totale… Continua a leggere L’Africa alla deriva

È possibile avere rapporti commerciali equi con l’Africa?

Dicono che la posizione italiana nei confronti dell’Africa sia passata da un’esclusiva attenzione per le questioni migratorie e securitarie, a un approccio olistico vero e proprio. Nel senso che dobbiamo sostituire la tradizionale visione dell’Africa come “continente senza speranza” con la concezione di un grande “territorio di opportunità”, soprattutto alla luce della nuova area commerciale… Continua a leggere È possibile avere rapporti commerciali equi con l’Africa?

OMS, bambini e discariche digitali

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme sullo smaltimento dei rifiuti elettronici, che vede coinvolti bambini e donne, anche incinte. È il primo report dell’OMS sull’argomento, “Bambini e discariche digitali”. Il problema sta nelle oltre 1.000 sostanze nocive utilizzate in questi prodotti, tra cui piombo, mercurio, nichel e idrocarburi. E purtroppo la situazione va… Continua a leggere OMS, bambini e discariche digitali

La Carta di Kurukan Fuga

Nella prima metà del 1200, il re Sundjata Keita possedeva un regno (schiavistico) tra l’attuale Guinea settentrionale e il Mali meridionale: l’Impero Mandè (di religione islamica), che si espanse fino al XV sec., lasciando il posto all’Impero Songhai. Ebbene, questo sovrano riunì un’assemblea generale a Kurukan Fuga, che redasse una specie di Costituzione, detta “Carta… Continua a leggere La Carta di Kurukan Fuga

Che cos’è l’Africa?

Per una corretta informazione sull’Africa consulta il sito amref.it. L’Africa non è un Paese ma un continente con 54 Stati e 1,1 miliardi di abitanti. Bisogna contestualizzare il più possibile le informazioni quando si parla di Africa. Il valore monetario delle sue ricchezze minerarie è di 46.200 miliardi di dollari. A rivelarlo nel 2011 in… Continua a leggere Che cos’è l’Africa?

In che senso un futuro per l’Africa?

Su africa-express.info Marcello Ricoveri, africanista da sempre, ha scritto un importante articolo sull’Africa, di cui qui riportiamo alcune tesi. La totalità degli attuali Paesi africani ha subìto un’occupazione straniera: chi sotto forma di colonia, chi di protettorato. Alcuni per 5 anni, altri per decenni, altri ancora per secoli. Le culture originarie africane hanno reagito all’impatto… Continua a leggere In che senso un futuro per l’Africa?

Il bracconaggio in Africa non è mai finito

Importante art. su “Il Caffè Geopolitico” del 7 maggio riguardante il bracconaggio in Africa, il continente più colpito da pratiche di sfruttamento delle specie protette. I vuoti legislativi lasciati dalla regolamentazione internazionale in materia e le lacune dei sistemi di sorveglianza soprattutto nei Paesi in via di sviluppo possono soltanto favorire le attività criminali. D’altra… Continua a leggere Il bracconaggio in Africa non è mai finito

image_pdfimage_print