image_pdfimage_print

Di nuovo il nucleare in Italia?

Di possibile ritorno al nucleare si è parlato anche in Italia, dopo una frase del ministro della Transizione Roberto Cingolani che a inizio settembre ha riaperto il dibattito sul nuovo nucleare di quarta generazione, “senza uranio arricchito e acqua pesante”. Da noi la produzione di energia nucleare, inaugurata nel 1963 con la prima centrale a… Continua a leggere Di nuovo il nucleare in Italia?

Il nucleare si ripropone in Europa come scelta strategica

Francia, Finlandia, Cekia, Slovacchia, Croazia, Slovenia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Polonia hanno pubblicato un documento congiunto a favore dell’energia nucleare, sottolineando il ruolo che, a loro dire, svolgerebbe contro il riscaldamento globale. Il testo inoltre sostiene che il nucleare, contribuendo all’indipendenza energetica, proteggerebbe i consumatori europei dalla volatilità dei prezzi. Temono di non poter realizzare… Continua a leggere Il nucleare si ripropone in Europa come scelta strategica

L’inquinamento del digitale è mostruoso

Si calcola che un’email da 1 mega emetta circa 19 grammi di CO2. Un semplice tweet ha un’impronta di 0,2 grammi. Una riunione di 5 ore in videoconferenza tra partecipanti di diversi Paesi produce fra i 4 e i 215 kg di CO2 o, se si preferisce, 4 ore di streaming consumano quasi quanto un… Continua a leggere L’inquinamento del digitale è mostruoso

Il nucleare civile nel mondo

Ieri sera mi è capitato di vedere un video della CityGlobe Tour su Youtube dedicato alle nazioni che più usano il nucleare per scopi civili. Al primo posto ovviamente gli USA, che vogliono sempre essere i primi, soprattutto nelle cose peggiori. Al secondo la Francia, che in Europa non resiste alla tentazione di fare sfoggio… Continua a leggere Il nucleare civile nel mondo

La Lega ambiente e la UE ci giudicano inadempienti

L’Italia ha all’attivo tre procedure d’infrazione con la Commissione Europea per le elevate concentrazioni degli inquinanti atmosferici in alcune città. Rischia di pagare una multa da 1,5 a 2,3 miliardi di euro. Il dossier “Mal’aria 2021 edizione speciale – I costi dell’immobilismo” di Legambiente parla chiaro: l’aria di molte città è irrespirabile, soprattutto quelle della… Continua a leggere La Lega ambiente e la UE ci giudicano inadempienti

L’auto elettrica è davvero una soluzione ecologica?

Non è sintomatico che a inizio 2020 la Tesla (l’azienda statunitense di automobili elettriche fondata da Elon Musk), per poter produrre le sue auto in Germania, vicino a Berlino, abbia dovuto anzitutto disboscare l’area in cui sarebbe dovuta sorgere? E che lo stia facendo dove si trova una falda acquifera, che la stessa azienda intende… Continua a leggere L’auto elettrica è davvero una soluzione ecologica?

OMS, bambini e discariche digitali

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme sullo smaltimento dei rifiuti elettronici, che vede coinvolti bambini e donne, anche incinte. È il primo report dell’OMS sull’argomento, “Bambini e discariche digitali”. Il problema sta nelle oltre 1.000 sostanze nocive utilizzate in questi prodotti, tra cui piombo, mercurio, nichel e idrocarburi. E purtroppo la situazione va… Continua a leggere OMS, bambini e discariche digitali

Surriscaldamento climatico e migrazioni di massa

Negli ultimi 6000 anni il genere umano ha vissuto in zone della Terra caratterizzate da un intervallo di temperature medie molto ristretto, tra gli 11 e i 15 gradi, idoneo alla sopravvivenza. Ma nei prossimi 50 anni 1/3 della popolazione si troverà a vivere in ambienti con una temperatura media attorno ai 29 gradi, quella… Continua a leggere Surriscaldamento climatico e migrazioni di massa

Alcune specie animali si stanno rimpicciolendo

Su ilpost.it del 10 agosto un curioso art. relativo a quegli scienziati che hanno osservato che negli ultimi decenni diverse specie di uccelli e roditori, ma anche di anfibi, pesci e mammiferi, si sono rimpicciolite a causa dell’aumento delle temperature provocato dalle attività umane. Conseguenza di ciò: più di 1.000 specie animali di grande taglia… Continua a leggere Alcune specie animali si stanno rimpicciolendo

A quando il reato di ecocidio?

Una squadra di giuristi da tutto il mondo con competenze in diritto penale, ambientale e climatico, ha formulato la prima definizione legale di ecocidio, primo passo per un’introduzione del reato da parte della Corte Penale Internazionale. Se riconosciuto, si tratterà del primo crimine internazionale volto a proteggere la natura partendo da una prospettiva ecocentrica, in… Continua a leggere A quando il reato di ecocidio?

image_pdfimage_print