image_pdfimage_print

L’isola di Barbados si è liberata della regina Elisabetta

L’isola di Barbados è diventata alla fine di novembre una repubblica, rimuovendo la regina Elisabetta britannica come capo di Stato. Sandra Mason, che ha vinto le elezioni il mese scorso, è stata nominata primo presidente della nazione. Quindi si è passati da una monarchia parlamentare (dal 1966, quando il Paese divenne indipendente dal Regno Unito),… Continua a leggere L’isola di Barbados si è liberata della regina Elisabetta

L’Africa e i Pandora Papers

Nei “Pandora Papers” (quelli relativi ai paradisi fiscali off-shore) del Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi figurano anche una cinquantina di leader politici e funzionari pubblici che appartengono a 18 Paesi africani. Il peggiore di tutti è la Nigeria (11 soggetti), poi Angola (9) e Costa d’Avorio (5). Uno pensa: l’Africa l’abbiamo colonizzata per mezzo millennio,… Continua a leggere L’Africa e i Pandora Papers

Restituire il maltolto all’Africa è già qualcosa

Il 27 ottobre il Museo del Quai Branly, a Parigi, ha restituito al Benin 26 sculture del regno di Abomey, frutto di una conquista militare francese nel XIX sec., nonché una parte essenziale del patrimonio storico di cui il Paese è stato privato per 130 anni. Il suo re, Behanzin, finì in un esilio permanente.… Continua a leggere Restituire il maltolto all’Africa è già qualcosa

L’Africa alla deriva

Son capitato casualmente sul sito vaticannews.va, sempre alla ricerca di notizie interessanti, e ho trovato un’intervista del 25 maggio scorso, concessa dal comboniano Giulio Albanese, editorialista dell’“Osservatore Romano”, esperto africanista, che merita d’essere riassunta. Anzitutto ha detto che il passaggio dall’Organizzazione dell’Unità Africana, nata nel 1963, all’Unione Africana, nata nel 2009, ha comportato il totale… Continua a leggere L’Africa alla deriva

È possibile avere rapporti commerciali equi con l’Africa?

Dicono che la posizione italiana nei confronti dell’Africa sia passata da un’esclusiva attenzione per le questioni migratorie e securitarie, a un approccio olistico vero e proprio. Nel senso che dobbiamo sostituire la tradizionale visione dell’Africa come “continente senza speranza” con la concezione di un grande “territorio di opportunità”, soprattutto alla luce della nuova area commerciale… Continua a leggere È possibile avere rapporti commerciali equi con l’Africa?

Difficili i rapporti tra Vaticano e Messico

Papa Bergoglio ha invitato i messicani a riconoscere gli errori commessi in passato, citando esplicitamente sia quelli inflitti dalla Chiesa cattolica, sia quelli che la Chiesa ha subìto: le politiche anti-cattoliche del governo di Calles (1926-29), che diedero origine alla guerra dei cattolici messicani, detti cristeros. Strano che abbia messo sullo stesso piano due situazioni… Continua a leggere Difficili i rapporti tra Vaticano e Messico

Macron chiede scusa agli Harki

Macron ha annunciato un progetto di legge di “riconoscimento e riparazione” per gli Harki, i 200.000 algerini che tra il 1954 e il 1962 combatterono a fianco dell’esercito francese durante il conflitto contro il locale Fronte di Liberazione Nazionale. Motivo di questo tardivo riconoscimento dell’aiuto dei collaborazionisti? Una volta terminato il conflitto, alla maggior parte… Continua a leggere Macron chiede scusa agli Harki

Nauru, destino ingrato per una piccola isola del Pacifico

La Repubblica presidenziale di Nauru, un’isoletta del Pacifico (Micronesia), è l’unico Stato al mondo a non avere una capitale. In compenso nella bandiera reca la scritta, molto impegnativa (ma anche molto ironica), “God’s Will First”, cioè “Prima il volere di Dio”. Ha una popolazione di circa 10-11.000 ab. su un territorio di 21 kmq. Prima… Continua a leggere Nauru, destino ingrato per una piccola isola del Pacifico

Francia e Giappone contro la Cina

La Francia e il Giappone si sono impegnati a collaborare “attivamente” in una partnership indo-pacifica per lavorare per il progresso su questioni tra cui la sicurezza marittima e il cambiamento climatico, l’ambiente e la biodiversità. È una cosa assolutamente ridicola. Da un lato vogliono far vedere che sono interessati a risolvere i problemi al momento… Continua a leggere Francia e Giappone contro la Cina

Angelo Del Boca e il colonialismo italiano

Angelo Del Boca, morto a 96 anni, a Torino, il 6 luglio scorso, merita d’essere ricordato non solo perché è stato un partigiano e un giornalista competente, ma soprattutto perché è stato il primo e più importante storico del colonialismo italiano. È stato lui a smontare, attraverso numerose pubblicazioni, il falso mito degli “italiani brava… Continua a leggere Angelo Del Boca e il colonialismo italiano

image_pdfimage_print