image_pdfimage_print

Gravemente minacciata la libertà d’informazione in Grecia

Due giornalisti investigativi greci, Gianna Papadakou e Kostas Vaxevanis, devono affrontare procedimenti legali per le loro inchieste legate a scandali di corruzione che hanno coinvolto il loro Paese. La Papadakou è conosciuta in Grecia per inchieste che hanno contribuito a far venire alla luce, nel 2012, la “Lista Lagarde”, in cui vi erano i nomi… Continua a leggere Gravemente minacciata la libertà d’informazione in Grecia

La corruzione in Svizzera

Nell’Indice di percezione della corruzione 2021 pubblicato da Transparency International la Svizzera è percepita come un Paese relativamente “pulito” in materia di corruzione nel settore pubblico. Però è scesa, rispetto al 2020, dal terzo al settimo posto. Come mai? È che il settore pubblico è considerato esposto al rischio del nepotismo e del lobbismo politico,… Continua a leggere La corruzione in Svizzera

Qual è la percezione della corruzione nel settore pubblico?

Transparency International ha pubblicato il 25 gennaio l’edizione 2021 dell’Indice di percezione della corruzione relativa al settore pubblico di 180 Paesi. Meno punti si hanno, peggio è. L’Italia è al 42° posto, con un punteggio di 56: ancora lontana dalla media europea (64 punti). Però abbiamo guadagnato 10 posizioni. Merito degli ultimi governi, un po’… Continua a leggere Qual è la percezione della corruzione nel settore pubblico?

Perché il Portogallo è così corrotto?

Che succede in Portogallo? Perché è così corrotto? Perché, nonostante i grandi investimenti, il Paese cresce meno rispetto alla maggior parte dei suoi competitor europei? Lo spiega ilcaffegeopolitico.net in un lungo articolo. Secondo varie agenzie internazionali sembra che la corruzione e il maggiore controllo della politica sulla magistratura stiano degradando la qualità della democrazia lusitana.… Continua a leggere Perché il Portogallo è così corrotto?

L’Africa e i Pandora Papers

Nei “Pandora Papers” (quelli relativi ai paradisi fiscali off-shore) del Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi figurano anche una cinquantina di leader politici e funzionari pubblici che appartengono a 18 Paesi africani. Il peggiore di tutti è la Nigeria (11 soggetti), poi Angola (9) e Costa d’Avorio (5). Uno pensa: l’Africa l’abbiamo colonizzata per mezzo millennio,… Continua a leggere L’Africa e i Pandora Papers

Corruzione alle stelle nel Perù

Nel 2016 il brasiliano Marcelo Odebrecht, ex presidente di una propria società di costruzioni, rivelò al Dipartimento di Giustizia americano d’aver pagato, per ottenere appalti di lavori pubblici, circa 800 milioni di dollari di tangenti ai governi di 12 Paesi, per lo più dell’America Latina, una regione colpita dal flagello della corruzione. In genere erano… Continua a leggere Corruzione alle stelle nel Perù

Esiste il terrorismo in Bulgaria?

Tra il 2017 e il 2020 la Procura generale bulgara ha condotto azioni antiterrorismo che hanno portato a una serie di arresti poco chiari. Le autorità non ne vogliono parlare. Sappiamo solo che le istituzioni in Bulgaria, e soprattutto il sistema giudiziario, giacciono nella corruzione e nel lobbismo, per cui sono aumentate le critiche da… Continua a leggere Esiste il terrorismo in Bulgaria?

Vaticano sempre più corrotto

Lo scorso febbraio, in seguito a vari scandali finanziari, il papa disse di voler chiudere tutti i conti vaticani in Svizzera, togliendo la cassa alla Segreteria di Stato per trasferirla all’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica. Che solo ora, dopo oltre 50 anni, rende nota una sintesi di bilancio relativo al 2020. Tra i vari… Continua a leggere Vaticano sempre più corrotto

Il Camerun del corrotto Paul Biya

Il sito di “Africa ExPress” scrive che Paul Biya, l’88enne presidente del Camerun, al potere dal 1982, è stato nuovamente contestato da un centinaio di manifestanti camerunensi della Diaspora résistante davanti al lussuosissimo hotel Intercontinental, nel Quartier des Nations, nella periferia nord di Ginevra, in Svizzera, dove è andato per farsi curare. Già giorni prima… Continua a leggere Il Camerun del corrotto Paul Biya

Craxi, una vicenda di corruzione sconcertante per la sinistra

Il 7 luglio la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di Stefania e Vittorio Craxi e di Anna Moncini, moglie del leader socialista morto latitante ad Hammamet in Tunisia nel 2000, contro due avvisi di accertamento per le tasse evase da un conto svizzero (aperto nella seconda metà degli anni ’80 e comparso nei… Continua a leggere Craxi, una vicenda di corruzione sconcertante per la sinistra

image_pdfimage_print
Translate »
by intopic