image_pdfimage_print

A quando il reato di ecocidio?

Una squadra di giuristi da tutto il mondo con competenze in diritto penale, ambientale e climatico, ha formulato la prima definizione legale di ecocidio, primo passo per un’introduzione del reato da parte della Corte Penale Internazionale. Se riconosciuto, si tratterà del primo crimine internazionale volto a proteggere la natura partendo da una prospettiva ecocentrica, in… Continua a leggere A quando il reato di ecocidio?

Esiste la democrazia in Marocco?

“Africa ExPress” scrive che una giovane, figlia di marocchini, ma nata in Italia, a Vimercate, e cresciuta in Brianza, è stata condannata a tre anni e mezzo di galera e a una multa di 4.800 euro per offesa pubblica all’Islam fatta su Facebook. L’hanno arrestata a Rabat, appena scesa dall’aereo, dove si era recata per… Continua a leggere Esiste la democrazia in Marocco?

I matrimoni combinati nel mondo

Nel caso di Saman Abbas cosa ci scandalizza di più? Ci indigna sicuramente la pratica del matrimonio combinato, ma soprattutto il fatto che i genitori e alcuni parenti della ragazza non abbiano avuto scrupoli a eliminarla. In Pakistan (terzo Paese al mondo per insicurezza, violenza e mancanza di diritti per le donne) i matrimoni spesso… Continua a leggere I matrimoni combinati nel mondo

La seconda conquista dello spazio cosmico

È in atto una seconda “Corsa allo Spazio”, dopo quella storica che vide confrontarsi USA e URSS in piena guerra fredda. Ora in scena è entrata la Cina, che ha promesso una base lunare entro il 2030. E persino alcuni eccentrici privati danarosi, come Bezos, Musk e Branson, che pensano di mettere in piedi una… Continua a leggere La seconda conquista dello spazio cosmico

La censura nei social

Su arabpress.eu si sono lamentati che nel corso del recente conflitto tra Israele e Gaza i maggiori social come Facebook, Twitter, Instagram si sono posti decisamente dalla parte d’Israele. Il dibattito online è iniziato con la guerra degli hashtag, da #saveelsheikhjarrah, ampiamente diffuso sin da subito, a #Gazaunderattack. Ma i social spesso bloccavano alcuni contenuti… Continua a leggere La censura nei social

Se fossi un ebreo

Se fossi un ebreo di un qualunque Paese del mondo mi guarderei bene dal criticare Israele. Saprei benissimo che occupa abusivamente i territori palestinesi e che usa metodi spropositati quando compie operazioni militari contro di loro, che ovviamente cercano di difendersi. E tutti sanno che senza l’appoggio incondizionato di americani ed europei non potrebbe comportarsi… Continua a leggere Se fossi un ebreo

La fine della diplomazia in Israele

Sono forse capaci di iniziativa diplomatica i sionisti per porre fine a questa assurda guerra contro Gaza? Neanche per idea. Loro capiscono solo i rapporti di forza. E possono farlo perché sanno di essere perennemente sponsorizzati (economicamente e politicamente) dagli americani, che hanno creato un mostro e ora non sanno come gestirlo. Esattamente come avevano… Continua a leggere La fine della diplomazia in Israele

Israele e l’immaginario collettivo occidentale

Perché i politici (che non siano proprio quelli della sinistra radicale) si schierano subito dalla parte di Israele, ogni volta che nella Palestina scoppia un conflitto bellico tra le parti avverse, appartenenti a religioni ufficialmente opposte? La motivazione va cercata nell’immaginario collettivo, che è più forte di qualunque motivazione reale della guerra in corso. Quando… Continua a leggere Israele e l’immaginario collettivo occidentale

Il caso Regeni è chiuso? Probabilmente sì

I pubblici ministeri egiziani hanno espresso “riserve” nei confronti delle conclusioni cui sono giunti i magistrati italiani sul caso Regeni, per cui non hanno intenzione di trovare gli assassini, anzi, vogliono chiudere il processo, tanto sanno benissimo che, a causa degli alti interessi economici che legano i due Paesi, il nostro governo non richiamerà mai… Continua a leggere Il caso Regeni è chiuso? Probabilmente sì

Rapporto Oxfam sulle disuguaglianze durante la pandemia da Covid-19

Secondo il rapporto Oxfam, pubblicato nel gennaio di quest’anno, alla fine del 2019 la ricchezza delle 42 persone più ricche del mondo equivaleva a quella di 3,7 miliardi più poveri. Tra marzo e dicembre 2020 il patrimonio complessivo dei circa 3.000 superricchi del mondo (per esserlo bisogna possedere oltre un miliardo di dollari) è aumentato… Continua a leggere Rapporto Oxfam sulle disuguaglianze durante la pandemia da Covid-19

image_pdfimage_print