image_pdfimage_print

Il Sudamerica in mano ai cinesi

Il primo Paese sudamericano ad aderire al progetto cinese detto “La Via della Seta”, è stato Panama, seguito, subito dopo, da Uruguay, Ecuador, Venezuela, Cile, Bolivia, Costa Rica, Cuba, Guyana, Suriname e, ultimo arrivato, il Perù, intenzionato a creare una ferrovia transoceanica di 3.500 km, dal costo di 30 miliardi di dollari, per collegare Oceano… Continua a leggere Il Sudamerica in mano ai cinesi

Globalismo e rispetto delle minoranze

I 27 Stati della UE hanno concordato nuove sanzioni alla Cina per la repressione a Hong Kong e la violazione dei diritti umani e civili della minoranza uigura. Non accadeva dai fatti di Piazza Tienanmen del 1989. È curioso come la Cina non ammetta interferenze nella gestione dei rapporti con le regioni autonome. Ma queste… Continua a leggere Globalismo e rispetto delle minoranze

Cavi sottomarini strategici e geopolitici

Il cavo Blue Raman di Google, lungo più di 5.000 miglia, nella sua prima parte, cioè Blue, dovrebbe essere realizzato da Sparkle, società di Telecom Italia: partenza dal porto di Genova e arrivo in Israele, passando sotto il Mar Mediterraneo. La seconda parte, cioè Raman, spetterebbe a Oman Telecommunications: dal porto di Mumbai, sotto l’Oceano… Continua a leggere Cavi sottomarini strategici e geopolitici

Povera Africa ricca

Josefa Sacko – Commissario all’Economia e all’Agricoltura dell’Unione Africana – ha detto che lo sviluppo dell’Africa passa attraverso l’agricoltura moderna, il rafforzamento della blue economy e il contenimento del cambiamento climatico. E ha aggiunto che è assurdo che il continente spenda ogni anno 45 miliardi di dollari per comprare alimenti da altri Paesi, quando possiede… Continua a leggere Povera Africa ricca

Le contraddizioni irrisolte della Corea del Nord

La Corea del Nord è al collasso. Isolata dalla comunità internazionale (se escludiamo Cina e Russia); sottoposta da anni a sanzioni commerciali per il suo programma atomico e missilistico; emergenza Covid-19 come in tutto il mondo; alte temperature, siccità, inondazioni e una serie di tifoni hanno colpito il Paese la scorsa estate; circa 18 milioni… Continua a leggere Le contraddizioni irrisolte della Corea del Nord

Le banane nella Dominica

La Dominica è uno Stato insulare dei Caraibi con capitale Roseau, da non confondere con la Repubblica Dominicana. Ha circa 74.000 abitanti. È di origine vulcanica e soggetta a terremoti, ma, ciclicamente, il suo flagello sono gli uragani, che devastano tutte le produzioni agricole. A causa della resistenza dei nativi caribi, fu l’ultima isola caraibica… Continua a leggere Le banane nella Dominica

Le terre rare e la Cina

La Cina sta valutando se può danneggiare la difesa degli USA, limitando le forniture di minerali delle terre rare, fondamentali per l’industria bellica. Lo riporta il “Financial Times”. Non sarebbe la prima volta che la Cina usa quest’arma: nel 2010 il governo aveva privato il Giappone delle terre rare durante un periodo di tensioni. All’epoca… Continua a leggere Le terre rare e la Cina

Energia consumata dai bitcoin

I Bitcoin consumano una quantità di energia superiore a quella dell’Argentina. A renderlo noto è un nuovo studio shock dell’Università di Cambridge, che mette in risalto la vertiginosa quantità di energia necessaria (e quindi le cospicue emissioni di anidride carbonica dovute alle attività digitali) per lo svolgimento dei calcoli informatici che permettono di verificare tutte… Continua a leggere Energia consumata dai bitcoin

La UE e l’Indo-Pacifico

Perché alla UE interessa così tanto l’Indo-Pacifico? La risposta è molto semplice. Il 35% dell’export e il 45% dell’import europeo in Asia transitano per l’Indo-Pacifico e quattro dei 10 trading partner dell’Unione si trovano nella regione. L’intera area si conferma una delle più reattive in vista della ripresa post pandemia. Secondo la Banca mondiale la… Continua a leggere La UE e l’Indo-Pacifico

Cancellare il debito pubblico

Sta raccogliendo sempre più consensi tra gli accademici di diversi Paesi europei la petizione di un centinaio di economisti europei che chiede la cancellazione dei debiti pubblici statali detenuti dalla Banca Centrale Europea. Sostegni per l’appello arrivano da Francia, Italia, Spagna, Grecia, Portogallo e Ungheria. Una proposta simile è stata avanzata dal presidente del parlamento… Continua a leggere Cancellare il debito pubblico

image_pdfimage_print