image_pdfimage_print

Esistono anche due milioni di arabo-israeliani

Lungo art. condivisibile del sito ilpost.it sulla situazione in Israele e Palestina. A quanto pare se è vero che i sionisti vincono tutte le guerre coi nemici esterni, è anche vero che i 2 milioni di arabo-israeliani che hanno al loro interno stanno cominciando a diventare un serio problema. A fronte della decisione presa dal… Continua a leggere Esistono anche due milioni di arabo-israeliani

La politica nella Palestina islamica

Hamas è l’acronimo del Movimento di Resistenza Islamica, che si ispira ai Fratelli Musulmani. La sua fondazione risale al 1987, con la prima Intifada. In quanto organizzazione religiosa islamica di carattere paramilitare e politico, viene considerata un gruppo terroristico da Israele e dai Paesi occidentali. In realtà la sua origine risale agli anni ’70, quando… Continua a leggere La politica nella Palestina islamica

I sionisti vogliono Gerusalemme est e tutta la Cisgiordania

Un articolo di “Eurasia” spiega bene com’è nata l’attuale guerra in Palestina. I sionisti vogliono sfrattare le famiglie palestinesi che vivono nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est. Al momento han cercato di farlo con 5 delle 28 famiglie che vivono lì dal 1948. Di fatto sono dei rifugiati, visto che vennero cacciati dalle… Continua a leggere I sionisti vogliono Gerusalemme est e tutta la Cisgiordania

Israele è la principale minaccia alla stabilità del Medio oriente

C’è gente che mette sionisti e palestinesi sullo stesso piano e che considera Hamas un terrorista islamico come tanti altri. Fare confronti del genere non ha alcun senso. Israele ha il coltello dalla parte del manico, essendo sponsorizzata dagli USA sin da quando è nata. Può fare quel che vuole in qualunque momento. Ha progressivamente… Continua a leggere Israele è la principale minaccia alla stabilità del Medio oriente

Le minacce di un golpe in Francia

Il 21 aprile una ventina di generali francesi in pensione ha scritto una lettera, pubblicata sul settimanale di estrema destra “Valeurs Actuelles”, indirizzata al governo e a tutta la classe politica sulla difesa della patria “dall’islamismo e dalle orde delle banlieu”. L’appello è stato condiviso da un migliaio di militari in servizio, tra cui varie… Continua a leggere Le minacce di un golpe in Francia

Macron e il separatismo islamico

L’Assemblea nazionale, cioè la Camera bassa del Parlamento francese, ha approvato a larga maggioranza il disegno di legge, composto da circa 50 articoli, sul “separatismo religioso”, che prevede un maggiore controllo da parte dello Stato sulle organizzazioni religiose e i luoghi di culto che diffondono “teorie o idee” che “provocano odio o violenza”. Nel testo… Continua a leggere Macron e il separatismo islamico

Stop al velo che copre il volto in Svizzera

Gli elettori svizzeri e la maggioranza dei Cantoni si sono pronunciati nell’ultimo referendum a favore del divieto del velo integrale (la cosa già esisteva in due Cantoni: Ticino e San Gallo). Il Paese elvetico metterà quindi al bando in tutti i luoghi pubblici il burqa e altri veli che coprono il volto, come il niqab,… Continua a leggere Stop al velo che copre il volto in Svizzera

I Fratelli Musulmani

Quando l’imam Hasan al-Banna (1906-49) fondò i Fratelli Musulmani nel 1928, vide il secolarismo nella capitale egiziana come l’arma più letale mai concepita dagli europei contro i dogmi fondamentali della trascendenza islamica. Al-Banna desiderava sfruttare gli elementi moderni del mondo occidentale con lo spirito islamico, ma non vi riuscì mai. Il salto era troppo grande,… Continua a leggere I Fratelli Musulmani

L’islam in Giappone

Negli ultimi anni, in seguito agli sforzi del governo nipponico per attirare lavoratori e studenti dall’estero, le fila dei credenti si sono infoltite. In particolare la popolazione musulmana (che nel 1982 era di sole 30.000 persone), è più che raddoppiata nello scorso decennio, passando dai 110.000 credenti nel 2010 ai 230.000 alla fine del 2019… Continua a leggere L’islam in Giappone

L’estremismo islamico in Indonesia

L’estremismo islamico facilmente assume i connotati di una barbarie medievale. Lo si vede nella provincia indonesiana di Aceh, dove il 98% della popolazione è di fede musulmana: qui si puniscono a frustate gli omosessuali, chi beve alcolici o gioca d’azzardo o pratica l’adulterio. La sharia è legge e la punizione è pubblica. In questa provincia… Continua a leggere L’estremismo islamico in Indonesia

image_pdfimage_print