image_pdfimage_print

Israele è la principale minaccia alla stabilità del Medio oriente

C’è gente che mette sionisti e palestinesi sullo stesso piano e che considera Hamas un terrorista islamico come tanti altri. Fare confronti del genere non ha alcun senso. Israele ha il coltello dalla parte del manico, essendo sponsorizzata dagli USA sin da quando è nata. Può fare quel che vuole in qualunque momento. Ha progressivamente… Continua a leggere Israele è la principale minaccia alla stabilità del Medio oriente

Israele e l’immaginario collettivo occidentale

Perché i politici (che non siano proprio quelli della sinistra radicale) si schierano subito dalla parte di Israele, ogni volta che nella Palestina scoppia un conflitto bellico tra le parti avverse, appartenenti a religioni ufficialmente opposte? La motivazione va cercata nell’immaginario collettivo, che è più forte di qualunque motivazione reale della guerra in corso. Quando… Continua a leggere Israele e l’immaginario collettivo occidentale

La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

A 10 anni dalle cosiddette “Primavere Arabe”, il modello della “Politica europea di vicinato” (basato sul principio “più progressi verso la democrazia, più aiuti economici”) sembra essere andato perduto. Forse per colpa della pandemia, che assorbe ogni attenzione mediatica, la UE, come tale, non come singoli Stati, non s’interessa più del Medio Oriente. E forse… Continua a leggere La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

Gli USA di nuovo a favore dei terroristi islamici

Su “Il primato nazionale” un articolo sostiene che gli USA hanno sequestrato dei carichi di aiuti umanitari delle Nazioni Unite aventi come scopo il ritorno dei rifugiati siriani, collocati nel campo di al-Rukban, in patria. L’hanno fatto, con l’aiuto dei kurdi, per supportare le milizie irachene legate a Washington. Queste milizie sono terroristi pronti a… Continua a leggere Gli USA di nuovo a favore dei terroristi islamici

La Siria e Biden

Joe Biden ha spedito un convoglio militare formato da 40 camion e numerosi veicoli blindati per invadere la Siria nord orientale, scortato da caccia, elicotteri e centinaia di soldati. Lo rivela l’agenzia siriana Sana, che parla di una grande quantità di armi e attrezzature logistiche che sono state trasferite nelle basi nelle province di Hasakeh… Continua a leggere La Siria e Biden

Primavere arabe

Il 17 dicembre 2010 il giovane fruttivendolo Mohamed Bouazizi, di 26 anni, si dava fuoco davanti alla sede del governo provinciale della sua città in Tunisia, per protestare contro i vigili che gli avevano sequestrato il carretto coi suoi prodotti: lui che guadagnava poco più di due euro al giorno per sfamare una famiglia di… Continua a leggere Primavere arabe

image_pdfimage_print