image_pdfimage_print

Le assurde pretese integralistiche di Israele

L’Alta Corte di Giustizia d’Israele (il grado più elevato del sistema giuridico), coi suoi 11 giudici, ha convalidato la legge fondamentale approvata dalla Knesset tre anni fa, che definisce Israele come “Stato della nazione ebraica” (cioè di “proprietà ebraica”) e non di tutti i suoi cittadini, molti dei quali però (circa il 21%) sono arabi.… Continua a leggere Le assurde pretese integralistiche di Israele

La censura nei social

Su arabpress.eu si sono lamentati che nel corso del recente conflitto tra Israele e Gaza i maggiori social come Facebook, Twitter, Instagram si sono posti decisamente dalla parte d’Israele. Il dibattito online è iniziato con la guerra degli hashtag, da #saveelsheikhjarrah, ampiamente diffuso sin da subito, a #Gazaunderattack. Ma i social spesso bloccavano alcuni contenuti… Continua a leggere La censura nei social

La demografia in Israele e in Palestina

Negli anni ’70 Yasser Arafat era convinto che il “grembo delle palestinesi” avrebbe creato lo Stato di Palestina. Ma così non è avvenuto, anche perché il “grembo delle israeliane” non è meno fecondo. E poi Israele ha beneficiato soprattutto di ondate migratorie successive al crollo del cosiddetto “socialismo reale”. Analizzato per religione il tasso demografico… Continua a leggere La demografia in Israele e in Palestina

Breve cronistoria dello Stato d’Israele

Com’è noto, gli ebrei sono sparsi in tutto il mondo a causa della cosiddetta diaspora, iniziata quando nel 70 d.C. l’imperatore Tito conquistò Gerusalemme, poi completamente distrutta dall’imperatore Adriano nel 135. Già prima di queste date moltissimi ebrei vivevano lontani dalla Palestina, ma solo coi Romani persero il diritto di vivere a Gerusalemme, che infatti… Continua a leggere Breve cronistoria dello Stato d’Israele

Se fossi un ebreo

Se fossi un ebreo di un qualunque Paese del mondo mi guarderei bene dal criticare Israele. Saprei benissimo che occupa abusivamente i territori palestinesi e che usa metodi spropositati quando compie operazioni militari contro di loro, che ovviamente cercano di difendersi. E tutti sanno che senza l’appoggio incondizionato di americani ed europei non potrebbe comportarsi… Continua a leggere Se fossi un ebreo

La politica nella Palestina islamica

Hamas è l’acronimo del Movimento di Resistenza Islamica, che si ispira ai Fratelli Musulmani. La sua fondazione risale al 1987, con la prima Intifada. In quanto organizzazione religiosa islamica di carattere paramilitare e politico, viene considerata un gruppo terroristico da Israele e dai Paesi occidentali. In realtà la sua origine risale agli anni ’70, quando… Continua a leggere La politica nella Palestina islamica

Quando la storia ha il suo peso e l’ONU non ne tiene conto

Gli islamici, arabi prima, poi turchi, han vissuto in Palestina per 1300 anni, e prima ancora c’erano i romani, pagani prima, poi cristiani. Gli ebrei sono stati cacciati definitivamente dai romani nel 135. Gerusalemme prese a chiamarsi Aelia Capitolina. Gli stessi ebrei, per insediarsi in Palestina, furono costretti a sterminare Cananei Filistei Gebusei ecc. L’ONU… Continua a leggere Quando la storia ha il suo peso e l’ONU non ne tiene conto

Esiste anche l’ebraismo antisionista ma nessuno ne parla

Una delle cose più curiose nelle affermazioni di chi sostiene gli israeliani contro i palestinesi è che non citano mai gli ebrei antisionisti, che pur sono esistiti sin dalle prime formulazioni di questa assurda ideologia nazionalistica. Esistono comunità chassidiche antisioniste, che troviamo p.es. tra i Neturei Karta (discendenti da ebrei ungheresi e lituani trasferitisi in… Continua a leggere Esiste anche l’ebraismo antisionista ma nessuno ne parla

L’instabilità politica favorisce sempre le soluzioni di forza

Corposo articolo militare del sito “Analisi Difesa” sulla guerra in corso a Gaza. www.analisidifesa.it/2021/05/razzi-e-politica-nella-guerra-di-gaza-tra-hamas-e-israele/ Ne daremo qui solo un brevissimo cenno. Il redattore ha dovuto convenire che l’offensiva con razzi e missili da parte dei militanti palestinesi di Hamas e della Jihad Islamica si è dimostrata molto più massiccia del previsto, come numero di ordigni… Continua a leggere L’instabilità politica favorisce sempre le soluzioni di forza

La fine della diplomazia in Israele

Sono forse capaci di iniziativa diplomatica i sionisti per porre fine a questa assurda guerra contro Gaza? Neanche per idea. Loro capiscono solo i rapporti di forza. E possono farlo perché sanno di essere perennemente sponsorizzati (economicamente e politicamente) dagli americani, che hanno creato un mostro e ora non sanno come gestirlo. Esattamente come avevano… Continua a leggere La fine della diplomazia in Israele

image_pdfimage_print