image_pdfimage_print

I social e le ragioni dei novax

Indubbiamente la pandemia da covid ha aggravato le disuguaglianze di reddito, ha colpito con maggiore forza le persone meno protette, come donne e anziani, e tolto speranza ai nostri giovani. L’intero Paese, complice la pandemia, è ancora piuttosto lontano dal raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, soprattutto sul piano dell’efficienza energetica… Continua a leggere I social e le ragioni dei novax

I novax e Gibilterra

Sta circolando in questi giorni una news che manda in brodo di giuggiole i novax, sempre molto attenti a trovare pretesti per rifiutare qualunque tipo di restrizione sanitaria. A Gibilterra, dove la percentuale di vaccinati (coi sieri commerciati in Europa) è la più alta del mondo (119%, cioè il 100% della popolazione adulta, più i… Continua a leggere I novax e Gibilterra

La destra e il covid-19

Ammettiamolo, il Covid e soprattutto la politica governativa sulla vaccinazione ha offerto un’occasione propizia a tutti quei giornalisti e conduttori televisivi di destra per sparare a zero conto tutti quanti non sono a favore del primato del singolo nei confronti delle istituzioni. Se però al governo ci fosse stata una coalizione di destra si sarebbero… Continua a leggere La destra e il covid-19

Il Covid-19 ha fatto aumentare di molto la povertà

Salgono a 5,6 milioni gli italiani in condizioni di povertà assoluta che non possono permettersi pasti adeguati a causa del peggioramento delle condizioni economiche, aggravate dalla pandemia Covid. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti su dati Istat diffusa in occasione della V Giornata Mondiale dei Poveri. Fra i nuovi poveri ci sono coloro che… Continua a leggere Il Covid-19 ha fatto aumentare di molto la povertà

Le varianti d’interesse e di preoccupazione del Covid-19

Il frequente sequenziamento genomico del Covid-19, che in passato non era mai stato fatto su scala così vasta, ci ha consentito di tracciare e mappare l’evoluzione del virus in tempo reale, seguendone adattamenti e mutazioni. Attualmente la variante più pericolosa a livello mondiale è la Delta, ma ce ne sono altre che infestano il pianeta… Continua a leggere Le varianti d’interesse e di preoccupazione del Covid-19

L’inutilità della pandemia

Uno dei sintomi più eloquenti che stiamo uscendo dalla pandemia è l’aumento dei prezzi in molte materie prime. L’inflazione è un bene. Cose da pazzi. Il prezzo del barile del petrolio è tornato subito a quello pre-Covid, mentre quello dell’oro è cresciuto di circa il 30-35%, segno dell’insicurezza in cui viviamo. Dato 100 il consumo… Continua a leggere L’inutilità della pandemia

La fame nel mondo aumentata con la pandemia

Le proiezioni del World Food Programme (WFP) per il 2021 sono molto preoccupanti. Nel suo ultimo rapporto (“Hunger Hotspots: FAO-WFP early warnings on acute food insecurity“) vi è una lista di 20 Paesi le cui popolazioni, nell’immediato futuro, saranno stremate dalla crescita vertiginosa della fame acuta. Senza una mobilitazione d’emergenza pari ad almeno 5,5 miliardi… Continua a leggere La fame nel mondo aumentata con la pandemia

Rapporto Oxfam sulle disuguaglianze durante la pandemia da Covid-19

Secondo il rapporto Oxfam, pubblicato nel gennaio di quest’anno, alla fine del 2019 la ricchezza delle 42 persone più ricche del mondo equivaleva a quella di 3,7 miliardi più poveri. Tra marzo e dicembre 2020 il patrimonio complessivo dei circa 3.000 superricchi del mondo (per esserlo bisogna possedere oltre un miliardo di dollari) è aumentato… Continua a leggere Rapporto Oxfam sulle disuguaglianze durante la pandemia da Covid-19

Bolsonaro farebbe meglio a dimettersi

In Brasile siamo alla vigilia del crollo politico. Lo spaccone Bolsonaro, così tanto simile ad altri megalomani del potere, come Johnson, Trump, Netanyahu, Erdogan…, sembra essere alle corde. Si sono già dimessi il ministro degli Esteri e della Difesa (suoi fedelissimi), ma anche i comandanti di Esercito, Marina e Aeronautica. Bolsonaro ha deciso di sostituire… Continua a leggere Bolsonaro farebbe meglio a dimettersi

Strage di indigeni in Amazzonia

Circa 7.000 indigeni dell’Amazzonia sono morti di Covid-19. Si sono ammalati perché alcuni di loro, trasferitisi nelle città, non avendo di che vivere, erano tornati nei loro villaggi col virus in corpo. Ma anche i cacciatori di risorse forestali, legali e illegali, hanno non poche responsabilità per la diffusione della pandemia. Al destino piace piovere… Continua a leggere Strage di indigeni in Amazzonia

image_pdfimage_print