image_pdfimage_print

Israele e l’immaginario collettivo occidentale

Perché i politici (che non siano proprio quelli della sinistra radicale) si schierano subito dalla parte di Israele, ogni volta che nella Palestina scoppia un conflitto bellico tra le parti avverse, appartenenti a religioni ufficialmente opposte? La motivazione va cercata nell’immaginario collettivo, che è più forte di qualunque motivazione reale della guerra in corso. Quando… Continua a leggere Israele e l’immaginario collettivo occidentale

Luna di miele tra UE e Cina già finita

L’accordo (voluto soprattutto dalla Germania) sugli investimenti tra Pechino e la UE, firmato nel dicembre scorso dopo 7 anni di trattative e 35 round negoziali, si è già incagliato in sanzioni UE (motivate dalle violazioni dei diritti umani nella provincia dello Xinjiang contro gli Uiguri musulmani) e controsanzioni cinesi (a carico di eurodeputati, parlamentari nazionali… Continua a leggere Luna di miele tra UE e Cina già finita

Sempre più vicina la secessione in Scozia

Quelli di “Limes” gongolano, perché l’avevano previsto: la Brexit comporterà, entro 5 anni, la separazione della Scozia dal Regno Unito e probabilmente la fine dell’Irlanda in due entità separate. Infatti nelle recenti elezioni scozzesi lo Scottish National Party (avanguardia dei separatisti) ha stravinto per la quarta volta consecutiva, ottenendo 64 seggi su 129 presso il… Continua a leggere Sempre più vicina la secessione in Scozia

La Cina in Grecia è già una potenza di tutto rispetto

Nel 2019 più di 7 trilioni di euro di investimenti diretti esteri sono approdati nella UE, segno della grande capacità attrattiva del nostro mercato comune. In particolare la Cina si sta comprando il mondo per sviluppare la Nuova Via della Seta. Ma bisogna fare attenzione – dicono in Europa – che gli stranieri rispettino le… Continua a leggere La Cina in Grecia è già una potenza di tutto rispetto

Le rose in Kenya non profumano per niente

Nairobi, capitale del Kenya, costruita dalla colonizzazione britannica (1899) come deposito ferroviario dell’Uganda Railway, si liberò degli inglesi nel 1963, ma fino a un certo punto, in quanto sono ancora loro che gestiscono i gangli economici del Paese. È passata dai 25mila abitanti degli anni ’20 ai 4,5 milioni odierni, con una proiezione di crescita,… Continua a leggere Le rose in Kenya non profumano per niente

La libertà d’espressione artistica esiste ancora nella UE?

Per l’associazione Freemuse la ricerca “State of Artistic Freedom 2020” rileva l’effetto nefasto della politica nazionalista e populista come in grado di portare a un aumento delle restrizioni sulle espressioni artistiche. Il rapporto denuncia 711 atti di violazione della libertà artistica nel 2019 in 93 Paesi, tra cui soprattutto la UE. Che significa? Significa che… Continua a leggere La libertà d’espressione artistica esiste ancora nella UE?

La situazione dell’aborto in Europa

È noto che le leggi contro l’aborto non impediscono alle donne d’interrompere gravidanze indesiderate o rischiose per la propria vita. Al contrario le spingono a cercare pratiche di aborto illegali e potenzialmente pericolose. Tra il 2000 e il 2017 i Paesi dell’America Latina che vietano in qualsiasi circostanza l’aborto hanno registrato una media di 151… Continua a leggere La situazione dell’aborto in Europa

La povertà nell’Unione Europea

OpenPolis ha fatto una ricerca sulla povertà nella UE. Ecco i risultati. Uno degli obiettivi per il 2019 era la riduzione del 25% degli europei a rischio povertà ed esclusione sociale, cioè 20 milioni in meno. Questo considerando che nel 2019 si trovavano a rischio di povertà ed esclusione sociale oltre 107 milioni su persone:… Continua a leggere La povertà nell’Unione Europea

La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

A 10 anni dalle cosiddette “Primavere Arabe”, il modello della “Politica europea di vicinato” (basato sul principio “più progressi verso la democrazia, più aiuti economici”) sembra essere andato perduto. Forse per colpa della pandemia, che assorbe ogni attenzione mediatica, la UE, come tale, non come singoli Stati, non s’interessa più del Medio Oriente. E forse… Continua a leggere La UE e le occasioni perdute delle primavere arabe

Globalismo e rispetto delle minoranze

I 27 Stati della UE hanno concordato nuove sanzioni alla Cina per la repressione a Hong Kong e la violazione dei diritti umani e civili della minoranza uigura. Non accadeva dai fatti di Piazza Tienanmen del 1989. È curioso come la Cina non ammetta interferenze nella gestione dei rapporti con le regioni autonome. Ma queste… Continua a leggere Globalismo e rispetto delle minoranze

image_pdfimage_print